Indice del forum
Ricette bimby

Ricette bimby

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

 
Photobucket
 
Share |
Pet therapy: gli animali ci aiutano a guarire
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> La quotidianità -> Animali amici
Condividi su Facebook  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
bimby

Site Admin




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 67
Registrato: 15/12/07 18:58
Messaggi: 32139
bimby is offline 
Media Voti Post: User is appraised 4.72 out of 5

Impiego: ex insegnante
Sito web: http://www.food4geek.it


italy
MessaggioInviato: 26 Giu 2010 13:45:30    Oggetto:  Pet therapy: gli animali ci aiutano a guarire
Descrizione:
Rispondi citando

Pet therapy: gli animali ci aiutano a guarire



L’intuizione che gli animali da compagnia potevano costituire un valido supporto terapeutico risale a tempi molto lontani, infatti, durante il processo di addomesticamento iniziato 12000 anni fa, si è istaurata, tra l’uomo e l’animale, una forte intesa affettiva ed emotiva.
La pet therapy, che ha ottenuto il giusto riconoscimento solo recentemente, trova attualmente ampia applicazione in svariati settori socio-assistenziali, tra i quali: case di riposo, ospedali, comunità di recupero.

Il termine pet-therapy indica una serie complessa di utilizzi del rapporto uomo-animale in campo medico e psicologico. Gli animali che vengono impiegati sono soprattutto quelli detti d’affezione o da compagnia, cui si riferisce il termine pet nella lingua inglese. L’intervento degli animali, scelti tra quelli con requisiti adatti a sostenere un compito così importante, è mirato a stimolare l’attenzione, a stabilire un contatto visivo e tattile, a creare un’interazione sia dal punto di vista comunicativo che emozionale, a favorire il rilassamento ed a controllare ansia ed eccitazione, ad esercitare manualità anche per chi ha limitate capacità di movimento, a favorire la mobilizzazione degli arti superiori, ad esempio accarezzando l’animale, o di quelli inferiori attraverso deambulazione con conduzione sull’animale, la cui presenza rende gli esercizi riabilitativi meno noiosi e più stimolanti.

Che si tratti di un coniglio, di un cane, di un gatto o di altro animale, la sua presenza solitamente risveglia l’interesse di chi ne viene a contatto, catalizza la sua attenzione, grazie all’instaurazione di relazioni affettive e canali di comunicazione privilegiati con il paziente, stimola energie positive distogliendolo o rendendogli più accettabile il disagio di cui è portatore.

_________________
http://ricettebimby1.altervista.org
http://bimbylandia.altervista.org (galleria foto)
http://ricettariobimby.altervista.org/
http://bimbylandia.blogspot.com
http://it-it.facebook.com/forumbimby


bimby - Thermomix


Ultima modifica di bimby il 26 Giu 2010 13:49:22, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Adv



MessaggioInviato: 26 Giu 2010 13:45:30    Oggetto: Adv






Torna in cima
bimby

Site Admin




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 67
Registrato: 15/12/07 18:58
Messaggi: 32139
bimby is offline 
Media Voti Post: User is appraised 4.72 out of 5

Impiego: ex insegnante
Sito web: http://www.food4geek.it


italy
MessaggioInviato: 26 Giu 2010 13:46:58    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Gli animali co-terapeuti


Gli animali che vengono abitualmente coinvolti nella pet-therapy sono cani, gatti, criceti, conigli, asini, capre, mucche, cavalli, uccelli, pesci, delfini.

1) IL CANE: il cane ha un rapporto privilegiato con l’uomo sin dalla preistoria e sono frequenti le occasioni in cui possiamo apprezzarne la collaborazione e, talvolta, l’abnegazione. Per questo viene impiegato di frequente quale co-terapeuta, sia nella cura di bambini che di adulti ed anziani attraverso l’invito al gioco, l’offerta di compagnia e la richiesta di interazione.

2) IL GATTO: il gatto è utilizzato nella pet-therapy per la sua indipendenza e facilità di accudimento, lo si preferisce per persone che vivono sole e che, a causa della patologia o dell’età, non sono agevolate negli spostamenti.

3) I CRICETI ED I CONIGLI: i criceti ed i conigli sono diffusine nelle nostre abitazioni, accarezzare e prendersi cura di questi animaletti può arrecare grande beneficio soprattutto a quei bambini che stanno attraversando una fase difficile della loro crescita.

4) IL CAVALLO: il cavallo attualmente, oltre ad attività sportive o ricreative, viene utilizzato per l'ippoterapia, medica, psicologico-educativa, riabilitativa, che viene praticata generalmente in strutture attrezzate, con il supporto di personale specificatamente preparato ed addestrato. A beneficiare dell'ippoterapia sono soprattutto i bambini autistici, i bambini Down, disabili, persone con problemi motori e comportamentali.

5) GL I UCCELLI: gli uccelli, i pappagalli in particolare, hanno un effetto benefico sugli anziani che se ne prendono cura.

6) I PESCI: l’osservazione dei pesci di un acquario può contribuire a ridurre la tachicardia e la tensione muscolare,agendo così da antistress.

7) I DELFINI: i delfini occupano un posto privilegiato nelle attività che prevedono terapie con gli animali. L’amicizia tra uomini e delfini è di vecchia data ed il loro utilizzo quali co-terapeuti si è rivelato particolarmente efficace per la depressione ed i disturbi della comunicazione. La delfino-terapia è utile anche per i pazienti autistici perché li aiuta, in molti casi, ad uscire almeno parzialmente dal proprio isolamento.

_________________
http://ricettebimby1.altervista.org
http://bimbylandia.altervista.org (galleria foto)
http://ricettariobimby.altervista.org/
http://bimbylandia.blogspot.com
http://it-it.facebook.com/forumbimby


bimby - Thermomix
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
bimby

Site Admin




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 67
Registrato: 15/12/07 18:58
Messaggi: 32139
bimby is offline 
Media Voti Post: User is appraised 4.72 out of 5

Impiego: ex insegnante
Sito web: http://www.food4geek.it


italy
MessaggioInviato: 26 Giu 2010 13:48:44    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

TIPI DI ATTIVITA’ SVOLTE DAGLI ANIMALI


Esistono diverse terapie che possono essere svolte con l’ausilio degli animali e queste prendono diversi nomi a seconda del tipo di interazione:

1) Attività con l’ausilio degli animali (AAA, Animal-Assisted Activities) finalizzate a migliorare la qualità della vita di alcune persone. Alcune recenti esperienze condotte in Italia su bambini ricoverati in reparti pediatrici nei quali si è svolto un programma di AAA, dimostrano che la gioia e la curiosità manifestate dai piccoli pazienti durante gli incontri con l'animale consentono di alleviare i sentimenti di disagio dovuti alla degenza, tanto da rendere più sereno il loro approccio con le terapie e con il personale sanitario. Altre esperienze di AAA riguardano anziani ospiti di case di riposo. Si è osservato che a periodi di convivenza con animali è corrisposto un generale aumento del buon umore, una maggiore reattività e socievolezza, contatti più facili con i terapisti. Un miglioramento nello stato generale di benessere per chi spesso, a causa della solitudine e della mancanza di affetti, si chiude in se stesso e rifiuta rapporti interpersonali.

2) Terapie con l’ausilio degli animali (AAT, Animal-Assisted Therapies): interventi terapeutici con un protocollo e precisi obiettivi. Si tratta di una terapia di supporto che integra, rafforza e coadiuva le terapie normalmente effettuate per il tipo di patologia considerato. E’ diretta a pazienti colpiti da disturbi dell’apprendimento, dell’attenzione, disturbi psicomotori, nevrosi ansiose e depressive, sindrome di Down, sindrome di West, autismo, demenze senili di vario genere e grado, patologie psicotiche, ma anche a quanti necessitano di riabilitazione motoria come chi è affetto da sclerosi multipla o reduce da lunghi periodi di coma.

3) l’Educazione Assistita dagli Animali (EAA): ha caratteristiche intermedie rispetto alle precedenti e sta prendendo piede in alcune scuole più avanzate. E’ volta ad una maggiore interazione dei bambini con l’ambiente e sembra migliorare il rendimento scolastico e i rapporti sociali oltre a ridurre i fenomeni di bullismo, di devianza e di abbandono della scuola.
Nella pet-therapy l'attività svolta dal "terapeuta animale" nei confronti del "paziente uomo" è molto complessa e, soprattutto, per il suo funzionamento richiede contributi provenienti da diverse discipline.
Per questo motivo, ogni esperienza di pet-therapy è il risultato di un lavoro sviluppato da un team interdisciplinare composto da numerose figure professionali che interagiscono sul campo ciascuna con il proprio specifico ruolo ma in modo complementare.

Poiché la terapia si effettua su persone affette da varie patologie relative ad aspetti fisici e/o mentali, è fondamentale innanzitutto la presenza del medico e/o dello psicologo. Qualora i pazienti presentino handicap fisici, è necessario anche il supporto del terapista della riabilitazione. Fondamentale è il ruolo del veterinario al quale è richiesta una specifica formazione nel settore in quanto deve, innanzitutto, selezionare l'animale più adatto al tipo di terapia da attuare e poi sorvegliarne in modo costante ed accurato lo stato di salute non solo fisico ma anche psicologico. Il veterinario è affiancato da un etologo o biologo o comunque da un professionista con adeguate conoscenze in materia di comportamento animale. Ed infine è cruciale il peso degli addestratori ed eventualmente dei conduttori degli animali, persone altamente qualificate che permettono l’instaurarsi di un corretto rapporto di conoscenza e affiatamento tra uomo e animale, senza però mai snaturare le naturali inclinazioni dell’animale stesso.

Dall’Alzheimer negli anziani al dilagante bullismo nei più giovani, passando per le tossicodipendenze e i pazienti usciti dal coma, si allarga sempre più la fascia di patologie e di soggetti che beneficiano della Pet Therapy, Ad affermarlo e’ l’Istituto Superiore di Sanità, in un recente rapporto, nel quale viene anche sottolineato che in Italia non esiste una legislazione specifica del settore, sebbene vi sia stato un accordo Stato-Regioni. In questo documento viene sancito che “la Pet Therapy fa bene” ma, non essendo una prestazione erogata dal Servizio Sanitario Nazionale, solo le Regioni più ricche possono permettersi di avviare progetti negli ospedali pubblici.

_________________
http://ricettebimby1.altervista.org
http://bimbylandia.altervista.org (galleria foto)
http://ricettariobimby.altervista.org/
http://bimbylandia.blogspot.com
http://it-it.facebook.com/forumbimby


bimby - Thermomix
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> La quotidianità -> Animali amici Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Ricette bimby topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008
Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.